GARANZIA OVER: GLI INCENTIVI PER L’ASSUNZIONE DI DISOCCUPATI

pubblicato in: Consulenza del Lavoro | 0

garanzia-over

Vediamo come funziona

L’Intervento 4 “Garanzia Over” si propone di aumentare il tasso di occupazione attraverso 2 linee:

  • Attivazione e sostegno di tirocini extracurriculari di 6 mesi finalizzati all’assunzione a tempo indeterminato
  • Incentivi per l’assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato

Per conseguire le finalità indicate, si favorisce l’incontro tra datori di lavoro e lavoratori/tirocinanti attraverso la piattaforma telematica della Regione Abruzzo

Cosa finanzia Garanzia Over?

Garanzia Over finanzia incentivi per l’assunzione attraverso due procedure:

  • diretta, con candidatura presentata direttamente dai datori di lavoro/imprese
  • indiretta, con candidatura presentata per il tramite dei Centri per l’Impiego e degli Operatori accreditati al lavoro

Rimborsa al datore di lavoro le indennità mensili spettanti al tirocinante quando il tirocinio si trasforma in assunzione con contratto a tempo indeterminato.

A chi si rivolge Garanzia Over?

Gli interventi previsti in Avviso sono rivolti a persone con le seguenti caratteristiche:

  • aver compiuto il 30° anno di età
  • avere residenza in uno dei Comuni della regione Abruzzo
  • essere in stato di disoccupazione, risultante da iscrizione presso uno dei Centri per l’Impiego e da rilascio della Dichiarazione di Immediata Disponibilità

Per aderire a Garanzia Over si devono seguire le istruzioni della piattaforma telematica della Regione Abruzzo.

È possibile aderire a partire dal 25 novembre 2016, previa registrazione ed acquisizione di username e password, inserendo i propri dati e il curriculum.

Sono comunque esclusi i soggetti iscritti al Programma Garanzia Giovani che hanno compiuto il 30° anno di età.

A quanto ammonta il finanziamento massimo?

Le tipologie di attività finanziabili, nelle misure massime di seguito indicate, sono:

Assunzioni Immediate e Assunzioni precedute da tirocini formativi extracurriculari.

Sono finanziabili esclusivamente le assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche a tempo parziale, purché di durata non inferiore al 50% dell’orario normale di lavoro stabilito dal CCNL applicabile.

La misura dell’aiuto per l’assunzione a tempo indeterminato di ogni singolo lavoratore/lavoratrice è il seguente:

  • fino ad un massimo di € 6.000,00 per assunzioni disposte in favore di lavoratori tra i 30 e i 49 anni
  • fino ad un massimo di € 9.000,00 per assunzioni disposte in favore di lavoratrici tra i 30 e i 49 anni e in favore di lavoratori over 50
  • fino ad un massimo di € 12.000,00 per assunzioni disposte in favore di lavoratrici over 50

Nelle ipotesi in cui il datore di lavoro/impresa opti per l’assunzione preceduta da tirocinio formativo, agli incentivi di cui sopra si sommano le indennità da corrispondere in favore dei tirocinanti per un importo massimo di € 3.600,00 (€ 600 x massimo 6 mesi).

Le assunzioni disposte con il presente Avviso devono comportare un incremento occupazionale in termini assoluti (Unità lavorative ≥ 0,50) rispetto alla forza lavoro con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato alla data del 30 settembre 2016

L’ammontare degli incentivi non può superare complessivamente il limite massimo previsto dal Regolamento sugli aiuti “de minimis”

Chi può presentare domanda per la procedura diretta?

Possono presentare domanda per la procedura diretta tutti i datori di lavoro/imprese del settore privato (imprese, studi professionali, associazioni, fondazioni, altre forme di azienda) in possesso, , dei seguenti requisiti da dichiarare nella Istanza:

  1. essere in possesso di partita iva;
  2. avere la sede operativa nella regione Abruzzo;
  3. non avere in corso procedure di C.I.G;
  4. essere in regola con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi di legge;
  5. essere in regola con la normativa in materia di sicurezza sul lavoro;
  6. le assunzioni non riguardano i soggetti che nell’ultimo rapporto di lavoro a tempo indeterminato, cessato dal 30 settembre 2016, siano stati dipendenti del medesimo datore di lavoro/impresa
  7. le assunzioni non riguardano pensionati, lavoratori a domicilio, dirigenti privati o soggetti da assumere obbligatoriamente ai sensi della normativa nazionale vigente (es. collocamento mirato ex L. 68/99);
  8. per le imprese: di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato;
  9. insussistenza di rapporti di parentela o di affinità entro il terzo grado o di coniugi o tra i soggetti ospitanti/datori di lavoro (titolare di ditta individuale o soci/amministratori in caso di società) e tirocinanti e/o lavoratori oggetto degli incentivi di cui al presente Avviso;
  10. l’assunzione comporta un incremento occupazionale in termini assoluti (Unità lavorative ≥ 0,50) rispetto alla forza lavoro assunta con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato alla data del 30 settembre 2016.

Cosa deve fare il datore di lavoro?

Ai fini dell’individuazione del tirocinante e/o del lavoratore, ciascun soggetto ospitante/datore di lavoro/impresa può selezionare direttamente, in modalità telematica, previa registrazione ed acquisizione di username e password, i destinatari che rispettano i requisiti indicati, già iscritti sulla piattaforma, da avviare preliminarmente a tirocinio o da assumere direttamente.

Il datore di lavoro se individua un possibile candidato non registrato nella piattaforma ne sollecita l’iscrizione.

Il potenziale tirocinante o lavoratore viene contattato dal datore di lavoro/impresa attraverso le modalità indicate in piattaforma.

Dove presentare la candidatura e quali documenti sono necessari?

Le candidature devono essere inviate a partire dal 5 dicembre 2016 dalle ore 9:00, esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate.

L’istanza, da presentarsi una per ogni assunzione, deve obbligatoriamente riportare il nominativo del tirocinante e/o del lavoratore interessato e con allegato il relativo documento di riconoscimento.

Conclusa la fase istruttoria, il Responsabile Unico del Procedimento trasferisce gli esiti della stessa al Dirigente competente che, con proprio atto, ne approva le risultanze e provvede alla pubblicazione sul sito Abruzzolavoro dell’elenco delle candidature finanziabili con gli importi ammissibili e dell’elenco delle candidature verificate irricevibili/inammissibili, con l’esplicitazione delle motivazioni che ne hanno determinato l’esclusione.

Avverso i provvedimenti adottati è ammesso ricorso nei modi di legge.

Cosa deve fare l’impresa per ottenere l’incentivo per l’assunzione?

Il datore di lavoro, a pena di decadenza, deve procedere all’assunzione dei lavoratori entro il termine massimo di 30 giorni decorrenti dalla data di ricezione della comunicazione di ammissione a finanziamento da parte di Regione Abruzzo per le Assunzioni immediate oppure dalla data di conclusione del tirocinio.

Le assunzioni possono essere finanziate anche se effettuate prima della comunicazione di ammissione a finanziamento purché successive alla presentazione delle candidature.

Entro 10 giorni successivi alla data di assunzione del lavoratore/lavoratrice, certificata dalla C.O., i datori di lavoro/imprese, se hanno scelto l’erogazione con polizza fideiussoria, devono trasmettere al Servizio competente del Dipartimento la seguente documentazione:

  1. Richiesta di erogazione dell’incentivo
  2. ricevuta dell’avvenuta comunicazione obbligatoria telematica dell’assunzione del lavoratore interessato
  3. estratto del Libro Unico del Lavoro (L.U.L.), ove risulti l’iscrizione di tutti i lavoratori interessati dalle Assunzioni di cui al presente Avviso, allegando attestazione del soggetto autorizzato alla tenuta del L.U.L. che dichiari che il L.U.L è stato interamente prodotto
  4. polizza fideiussoria
  5. la dimostrazione che l’assunzione comporta un aumento in termini assoluti (Unità lavorative ≥0,50) dei lavoratori assunti come lavoratori subordinati a tempo indeterminato (anche a tempo parziale, purché non inferiore al 50% dell’orario normale previsto dalla contrattazione collettiva) alla data del 30/09/2016
  6. documento di riconoscimento del lavoratore in corso di validità
  7. documento di riconoscimento del rappresentante legale rappresentante del datore lavoro/impresa, in corso di validità
  8. la dichiarazione di conferma o di aggiornamento dei dati inerenti l’importo totale degli aiuti, relativamente al momento della concessione del contributo, ai sensi dell’art.6 del Reg.(UE) n.1407/2013

Se invece hanno scelto l’erogazione senza polizza fideiussoria, i datori di lavoro/imprese devono trasmettere al Servizio competente del Dipartimento la seguente documentazione, entro 10 giorni successivi alla data di assunzione del lavoratore/lavoratrice:

  1. comunicazione dell’avvenuta assunzione
  2. ricevuta dell’avvenuta comunicazione obbligatoria telematica dell’assunzione del lavoratore interessato inviata attraverso il nodo telematico delle comunicazioni obbligatorie della Regione Abruzzo
  3. estratto del Libro Unico del Lavoro (L.U.L.), ove risulti l’iscrizione di tutti i lavoratori interessati dalle Assunzioni di cui al presente Avviso, allegando attestazione del soggetto autorizzato alla tenuta del L.U.L. che dichiari che il L.U.L è stato interamente prodotto
  4. la dimostrazione che l’assunzione comporta un aumento in termini assoluti (Unità lavorative ≥0,50) dei lavoratori assunti come lavoratori subordinati a tempo indeterminato (anche a tempo parziale, purché non inferiore al 50% dell’orario normale previsto dalla contrattazione collettiva) alla data del 30/11/2016
  5. documento di riconoscimento del lavoratore in corso di validità
  6. documento di riconoscimento del rappresentante legale in corso di validità
  7. la dichiarazione relativa agli aiuti “de minimis”

Al termine dei 24 mesi decorrenti dalla data dell’assunzione ed entro i successivi 10 giorni, i datori di lavoro/imprese dovranno richiedere l’erogazione dell’incentivo.

Ai fini dell’erogazione è necessario dimostrare, attraverso la produzione aggiornata della copia del Libro Unico del Lavoro (L.U.L.) e delle buste paga

  • la permanenza dei rapporti di lavoro oggetto di incentivo
  • il mantenimento dei livelli occupazionali risultanti alla data del 30 settembre 2016, fatta eccezione per posti occupati resisi vacanti in seguito a decesso, invalidità, pensionamento, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento per giusta causa
  • il rispetto degli obblighi retributivi, contributivi ed assicurativi previsti dal C.C.N.L. di riferimento vigente

Previa verifica positiva della documentazione inviata, il Servizio Gestione e Monitoraggio FSE del Dipartimento eroga l’incentivo in questione.